FAL PER MATERA, SOTTOSEGRETARIO DELL’ORCO INAUGURA NUOVO TRENO STADLER E TERMINAL PARCHEGGIO SERRA RIFUSA

Pubblicato il 24/01/2019

“Una sinergia virtuosa tra Istituzioni, una connessione di energie umane che in pochi mesi hanno consentito di realizzare progetti frutto di investimenti europei, nazionali, della Regione Basilicata e del Comune di Matera”. E’ il parere unanime di coloro che hanno preso parte questa mattina a Matera Serra Rifusa alla inaugurazione ufficiale per terminal parcheggio di interscambio realizzato da Fal (35 posti per bus turistici, 350 posti auto, fermate di treno e bus) e del nuovo treno Stadler acquistato da Fal con fondi propri rivenienti da utili di Bilancio, desinato alla tratta Bari – Matera e, per questo, ‘vestito’ con una speciale livrea disegnata da Giugiaro e raffigurante i simboli delle cIttà di Bari e Matera.

Il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha parlato di “visione trasformata in azione e concretezza grazie al gran lavoro istituzionale”.

Il sottosegretario alle Infrastrutture, On. Michele Dell’Orco, arrivando al terminale, ha detto ai giornalisti: “E’ un’opera importante per Matera 2019, che va nel senso in cui stanno andando il nostro ministero e il nostro Governo, ossia sostenere la intermodalitá del trasporto pubblico locale e la mobilità nel Mezzogiorno. Ora, anche con il contributo del Comune di Matera, dobbiamo incentivare l’uso di questo parcheggio”.

Alla cerimonia tenutasi nella sala d’attesa del terminal di Serra Rifusa sono intervenuti il Presidente di Fal, Avv. Rosario Almiento che ha sottolineato l’impegno dell’Azienda per favorire la mobilità a Matera: “Questo terminal – ha detto – è lo specchio di quella che può essere una mobilità efficiente nell’interscambio gomma-ferrovia. Lo abbiamo portato a termine nei tempi previsti con un investimento di oltre 7 milioni di euro, grazie alla sinergia con Governo, Regione Basilicata e Comune di Matera”. Al termine della proiezione di un filmato sulle realizzazioni di Fal per Matera 2019, il Direttore Generale dell’Azienda, Matteo Colamussi, ha detto: “Questo è l’inizio di una nuova fase, frutto della connessione di energie umane di uomini delle Istituzioni, maestranze e dipendenti di Fal, che va verso la sostenibilità, l’accessibilità e la intermodalità. È il frutto di anni di programmazione di risorse, soprattuto da parte della Regione Basilicata, che ha fortemente creduto in Fal e nel miglioramento del trasporto pubblico locale, investendo in infrastrutture e rinnovo del parco mezzi. La collaborazione con il Comune di Matera ha portato alla realizzazione di questo terminal-parcheggio di scambio sulla base di un modello che Fal ha portato a che a

Potenza (stiamo realizzando il terminal – parcheggio del Gallitello) e a Bari (la nostra fermata del Policlinico è connessa al grande parcheggio già esistente. Grazie alla gestione virtuosa degli ultimi anni, oggi inauguriamo anche un nuovo treno Stadler acquistato con fondi Fal rivenienti da utili di Bilancio  e destinato alla tratta Bari – Matera sulla base di un impegno che abbiamo assunto nel nuovo contrato di servizio con la Regione Basilicata”.

Il vicepresidente della Regione Basilicata, Flavia Franconi, nel ringraziare Fal per aver consentito alla Regione di  rispettare i tempi degli investimenti, ha aggiunto: “Con queste opere e questo treno la Basilicata inaugura un nuovo modo di fare trasporto pubblico, con una ferrovia accessibile, green e moderna”.

Un generale ringraziamento al ministro del Sud, Barbara Lezzi che, seguendo mensilmente l’andamento dei cantieri, ha garantito il sostegno del Governo”.

Al termine della cerimonia è partito il viaggi inaugurale del treno che ha toccato le altre tre stazioni Fal di Matera (Villa Longo, Matera centrale e Matera Sud) completamente ristrutturate, ed è poi rientrato a Serra Rifusa. Il sottosegretario Dell’Orco ha particolarmente apprezzato i servizi moderni che in ogni stazione Fal garantisce agli utenti (wi fi gratuito, produzione di energia rinnovabile, accessibilità, dotazioni tecnologiche) e la nuova stazione  di Matera centrale progettata dall’architetto Stefano Boeri e nella quale, a tempo di record, è terminata sabato scorso la prima fase dei lavori, consentendo la riapertura agli utenti. L’impegno di Fal per Matera continua con la prospettiva di allungare la metropolitana leggera (attualmente ci sono 4 fermate urbane) fino all’ospedale Madonna delle Grazie.

SCHEDA TECNICA SU FAL PER MATERA

Nell’area urbana di Matera, Fal ha 4 fermate ferroviarie: Serra Rifusa, Villa Longo, Matera centrale, Matera Sud che, di fatto, costituiscono una sorta di metropolitana di superficie contribuendo a facilitare la mobilità urbana.

 

Matera Serra Rifusa: dal 19 gennaio scorso Fal ha aperto il Terminal Intermodale realizzato nel proprio deposito ferroviario ed automobilistico di Matera Serra Rifusa, ubicato alle porte della Città di Matera, in corrispondenza di un nodo stradale facilmente accessibile dalla principale direttrice di traffico extraurbana, la SS 96, e rientra nell’ambito degli interventi infrastrutturali previsti per la realizzazione del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM).

E’ dotato di: fermata ferroviaria, area di fermata dei bus, parcheggio coperto a 2 piani con 350 posti auto, parcheggio per autobus turistici con 35 posti, area di servizi agli utenti. Il progetto, realizzato in virtù di un protocollo d’intesa sottoscritto tra FAL e Comune di Matera, ha comportato un investimento complessivo di 7,1 milioni di euro grazie a fondi messi a disposizione dalla Regione Basilicata.

 

Nuovo treno Stadler: il nuovo treno Stadler a tre casse inaugurato, è destinato alla linea Bari – Matera, è stato acquistato da Fal con fondi rivenienti da utili di Bilancio degli ultimi anni; un investimento di 5,7 milioni di euro che costituisce motivo di orgoglio per l’Azienda. Il treno è brandizzato con una livrea diversa dalle altre, disegnata da Giugiaro Architettura e dedicata a Matera 2019.

 

Stazione Matera Villa Longo: la stazione è statacompletamente ristrutturata con lavori terminati a luglio 2017.E’ situata nel centro della Città ed è stata realizzata seguendo i più moderni e funzionali standard di sicurezza, compatibilità ambientale e fruibilità; è completamente priva di ogni barriera architettonica, consente l’incarrozzamento a raso sia per facilitare l’accesso agli utenti con difficoltà psicomotorie, sia per velocizzare salita e discesa dai treni. E’ stata sottoposta ad interventi di riqualificazione energetica, dotata di tornelli, connessione wifi gratuita e totem di ricarica gratuita di smartphone e tablet. Questa stazione può essere a pieno titolo considerata uno degli hub principali per Matera 2019.

 

Matera centrale: da sabato 19 gennaio è stata riaperta la Stazione Fal di Matera centrale, al termine della prima fase dei lavori. Nonostante le pessime condizioni meteo dell’ultimo periodo e grazie al superlavoro del management e delle maestranze, è stato rispettato il cronoprogramma su cui l’Azienda aveva assunto impegni con cittadini ed Istituzioni ed in base al quale fin dal principio era stato previsto che la realizzazione dell’opera progettata dall’architetto Stefano Boeri, avvenisse in due fasi (la prima, iniziata a luglio scorso, si è appena conclusa – garantendo l’accessibilità dei passeggeri – la seconda si concluderà a maggio 2019).

La nuova stazione è il biglietto da visita per i turisti di Matera 2019 capitale della cultura, ma negli anni successivi resterà un’opera architettonica ed una infrastruttura che Fal ha realizzato con l’obiettivo di lasciare una traccia culturale, green ma soprattutto accessibile.

Una volta completata, la nuova stazione sarà uno spazio pubblico fruibile da cittadini e viaggiatori con all’esterno una grande pensilina illuminata da luci cangianti. Nel solaio della copertura della vecchia stazione è stata realizzata una grande apertura consentendo areazione ed illuminazione.

L’opera è finanziata con 7 milioni di euro a valere su PO FESR Basilicata 2014 – 2020.

Sempre con l’ausilio dell’architetto Boeri, nel piazzale antistante la stazione, Fal ha realizzato una riqualificazione light/green con la piantumazione in vasi di N. 18 di alberi, un’area gioco per bambini, la realizzazione di una passerella/banchina atta a favorire l’entrata e l’uscita dall’ingresso provvisorio   di stazione.

 

Stazione Matera Sud: è la stazione di testa di Matera. Si è proceduto ad una riqualificazione totale con l’allungamento e l’innalzamento del piazzale ferroviario per migliorare l’accessibilità ai treni in vista del potenziamento della linea. Proseguono, non visibili ai passeggeri e senza alcun intralcio alla circolazione, i lavori di allungamento del piazzale oltre il muro di cinta per ulteriori cento metri. Il termine di questi ulteriori lavori è previsto per il 30 marzo 2019.

 

Raddoppio ferroviario: entro il 2019 saranno realizzati 22 chilometri di raddoppio ferroviario, altri 9 saranno realizzati entro il 2022. Obiettivo: ridurre i tempi di percorrenza (attualmente sono compresi tra 1 ora e 30 ed 1 ora e 45 minuti; al termine della prima fase dei lavori di raddoppio scenderanno ad 1 ora e 10 e, entro fine 2022 si prevede di portarli ad 1 ora) e soddisfare la crescente domanda di Trasporto Pubblico Locale