Presentata la nuova stazione di Gravina

“Questa stazione completamente rimessa a nuovo con un investimento di oltre 700mila euro di fondi aziendali, è un altro tassello del percorso di rinnovamento compiuto da Fal negli ultimi anni e che in questo periodo ci vede impegnati in oltre 10 cantieri per il raddoppio della linea Bari – Matera con lo sforzo di continuare a garantire il regolare esercizio dei mezzi”. Lo ha detto il Presidente delle Ferrovie Appulo Lucane, Matteo Colamussi, presentando alla stampa la nuova stazione di Gravina insieme con l’assessore regionale alla Mobilità, Gianni Giannini ed il Sindaco di Gravina, Alessio Valente. “La nostra mission aziendale di considerare l’utente come un cliente – ha aggiunto Colamussi –  si concretizza in questo modello di stazione che stiamo replicando in tutte quelle ristrutturate ed in via di ristrutturazione: accessibilità, innovazione e sostenibilità sono le parole d’ordine”. Di seguito le caratteristiche principali della nuova stazione:

La nuova stazione ferroviaria di Gravina è stata profondamente ristrutturata in base a quello che è ormai divenuto il ‘modello Fal’ delle nuove stazioni, con taglio ‘green’, standard molto elevati di sicurezza, servizi, innovazione, sostenibilità, accessibilità.

Di seguito i dettagli dell’intervento sulla stazione di Gravina:

  • Opere realizzate per un importo complessivo di €700mila con fondi FAL (nota di servizio: per un refuso nella scheda precedentemente inviata era indicata una cifra inferiore);
  • Totale ristrutturazione della stazione avviata a marzo 2017, conclusa a dicembre 2017 e consistita in:
  • ammodernamento del fabbricato stazione e degli spazi annessi
  • rifacimento completo del tetto
  • eliminazione delle barriere architettoniche in favore degli utenti con ridotta capacità motoria
  • installazione di pannelli fotovoltaici ed impianti di illuminazione a led per risparmio energetico
  • riduzione dell’inquinamento anche acustico
  • installazione di rastrelliere porta bici
  • impianto di videoroveglianza con telecamere collegate ad un sistema di oltre 1000 telecamere controllate da una sala operativa in house
  • installazione tornelli
  • installazione biglietteria automatica
  • attivazione wi-fi gratuito
  • installazione Oscar, alberello per la ricarica gratuita di smartphone e tablet
  • all’interno della stazione è stato inoltre messo in mostra un vecchio scambio manuale recuperato e restaurato