La metro di Potenza torna in servizio

POTENZA – Entro una decina di giorni la metropolitana di Potenza tornerà in servizio. È quanto emerso da un incontro chiarificatore avvenuto ieri tra l’amministrazione comunale di potenza e la dirigenza Fal dopo le polemiche scoppiate nei giorni scorsi e la sospensione dei treni a partire dal primo febbraio. In sostanza, il Comune accusava le Fal di offrire un cattivo servizio e non rinnovava il contratto di esercizio e l’azienda ferroviaria replicava invitando l’amministrazione a saldare i propri debiti.

Non se le erano certo mandate a dire l’assessore alla mobilità Ginefra e l’amministratore delegato Fal Colamussi, autori di un aspro scontro verbale a distanza. Dopo l’incontro di ieri, però, sia Ginefra sia Colamussi, si sono dichiarati soddisfatti per il chiarimento avvenuto e pronti a ripartire con slancio. Il servizio di metropolitana, dunque, dovrebbe ripartire non appena l’accordo tra le due parti sarà messo nero su bianco. «Abbiamo fatto il punto della situazione sugli accordi già in essere – ha detto Ginefra – a partire dal progetto per l’eliminazione dei passaggi a livello di e l’ammoder namento di alcune stazioni come quella di rione Mancusi e quelle non utilizzate di Francioso, Parco Tre Fontane e via Appia.

Le Fal inoltre si sono impegnate fin da subito a migliorare la segnaletica e ad implementare il servizio di biglietteria automatica nelle stazioni già utilizzate, anche se si potrà comunque fare il biglietto sul treno a cinquanta centesimi senza incorrere in alcuna multa. Per quanto ci riguarda abbiamo reperito i fondi per il pagamento della debitoria ed il servizio riprenderà nei prossimi giorni. Tengo comunque a precisare che non era mia intenzione “tagliare” il servizio metro, ma solo migliorare la sinergia tra pubblico e privato. Del resto la città di Potenza punta moltissimo sulla mobilità alternativa. Ringrazio Colamussi per la disponibilità dimostrata».

Anche Colamussi, dal canto suo, si è dichiarato soddisfatto dell’esito dell’incontro avuto ieri mattina a Potenza. «Abbiamo organizzato un treno speciale sul percorso metropolitano di Potenza – ha detto – ed abbiamo verificato alcune criticità esistenti. Nel giro dei prossimi dieci giorni interverremo sulla segnaletica e sulla biglietteria. Devo dire comunque che quanto accaduto è stato più che altro un equivoco sorto sulla base di vecchi contenziosi, ma eravamo sicuri che avremmo costruito un nuovo accordo. Entro maggio saranno in servizio sulla linea di Potenza i nuovi treni, il cui arrivo è previsto per marzo, poi ci sarà da aspettare i tempi dei collaudi.

La tariffa dei biglietti, come richiesto dal Comune, sarà mantenuta a cinquanta centesimi. Abbiamo anche dato notizia all’amministrazione comunale che stiamo procedendo all’aggiudicazione del primo lotto dei lavori del grande progetto per l’eliminazione dei passaggi a livello in città. Da parte di Fal crediamo molto nel lavoro che si sta facendo e non volevamo perdere assolutamente questo servizio, giaccè anche l’amministrazione comunale ha profuso un grande impegno per il suo miglioramento. Qui non si sta parlando di qualche corsa di treni in più o in meno, ma di una programmazione a lungo termine per il miglioramento della mobilità in città».

di GIOVANNA LAGUARDIA