Corso Italia: Fal, Comune di Bari e Ikea insieme per la riqualificazione

“Questo nuovo progetto in collaborazione tra Fal, Comune di Bari e Ikea, testimonia come l’entusiasmo e l’impegno che condividiamo sui temi ambientali e della riqualificazione urbana, si trasformino in realtà. Fal sta riqualificando i suoi locali di Corso Italia da Piazza Moro al sottopasso di Via Quintino sella; Ikea donerà 100 alberi da piantumare lungo i 360 metri di marciapiede; il Comune di Bari realizzerà la pubblica illuminazione e nel progetto sono previsti anche l’allargamento del marciapiede per favorire il transito dei pedoni e la realizzazione di una pista ciclabile che per noi era molto importante avendo realizzato insieme alla Regione Puglia proprio in Corso Italia la prima Velostazione del Centro-Sud Italia, in funzione da oltre un anno”. Lo ha detto il presidente delle Ferrovie Appulo Lucane, Matteo Colamussi, intervenendo, all’Università di Bari, all’incontro di presentazione del progetto di riqualificazione di Corso Italia da realizzare in collaborazione con IKEA e Comune di Bari. “E’ la seconda iniziativa, sempre di carattere ambientale, che realizziamo con Comune e Ikea – ha aggiunto Colamussi –  dopo ‘Ikea Loves Earth’ che l’anno scorso ha visto un gruppo di writers dipingere un tratto di muro, sempre in Corso Italia, con vernici ecologiche. La nostra attenzione all’ambiente è forte, tanto che stiamo lavorando per ottenere entro fine anno  la certificazione ambientale, così come è forte ed ormai consolidato il nostro impegno a migliorare i servizi e la qualità della vita dei nostri utenti, con particolare attenzione ai giovani che rappresentano circa l’85% dei nostri pendolari. Dopo aver rinnovato il parco mezzi quasi completamente eliminando bus e treni vecchi e meno rispettosi dell’ambiente, siamo nelle condizioni di investire anche in interventi di riqualificazione urbana e di valorizzazione del nostro patrimonio immobiliare. Stiamo mettendo a punto tutti i dettagli del nostro progetto di interventi in Corso Italia e i primi interventi partiranno già tra fine agosto e i primi giorni di settembre”.

Leggi la rassegna stampa

Vedi il servizio del TGNorba

Vedi il servizio di TRM

Vedi il servizio di Borderline24